Compliance proattiva, ZeroUno parla di eWhistle

Cos’è il whistleblowing? Una pratica in arrivo dagli Stati Uniti che dà ai lavoratori la possibilità di effettuare segnalazioni anonime per denunciare eventuali attività illecite o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nello svolgimento dell’attività lavorativa.

ZeroUno ha incontrato Matteo Giudici, fondatore e CEO di Proactive Compliance Technologies, la start up che ha racchiuso in un software il whistleblowing ai fini della compliance proattiva.

Il software eWhistle permette infatti di gestire l’intero processo di segnalazione, consentendo ai dipendenti di effettuare “rivelazioni” in completo anonimato tramite un qualsiasi device, con la garanzia di non rintracciabilità da parte del datore di lavoro, e alle funzioni competenti di intraprendere un’interazione bidirezionale con il segnalante per ottenere informazioni più dettagliate rispetto alla segnalazione.

Ma, come precisa Il CEO di questa star up innovativa, “i vantaggi vanno ben oltre la scoperta tempestiva di eventuali frodi o violazioni, perché lo strumento diventa il mezzo per il rafforzamento della compliance e dei sistemi di controllo interno”.

Leggi l'articolo da ZeroUno

 

Il sito utilizza cookie tecnici e di analisi per il corretto funzionamento e cookie di terze parti (solamente cookie di social media sharing: cookie di terza parte che vengono utilizzati per integrare alcune diffuse funzionalità dei principali social media e fornirle all'interno del sito).
Utilizzando questo sito web si accetta il nostro utilizzo dei cookie come descritto nella Privacy Policy.
Per saperne di più, vedere la pagina Privacy Policy.